Il gioco degli scacchi
 

Quali saranno le misure anticheating adottate per l'imminente FIDE World Cup?

ilMusso 22 Ago 2017 12:37
Il 2 settembre p.v. iniziera’ la FIDE World Cup 2017. Il giorno 2 ci saranno
la cerimonia di apertura e il ******* tecnico, il giorno 3 ci sara’ la prima
partita del primo turno. L’importante torneo si disputera’ a Tbilisi, in
Georgia, con cerimonia di chiusura il 27 settembre.

Ho dato un’occhiata al sito dell’evento (http://tbilisi2017.fide.com) nel
suo insieme e al regolamento del torneo ma non sono riuscito a trovare
alcunche’ sulle misure anticheating che saranno adottate durante la
competizione.

La stessa cosa avvenne in occasione della World Cup del 2015 a Baku, in
Azerbaigian.

Il sito del torneo del 2015 non funziona piu’ (http://archive.is/KvNLs [agosto
2015] - http://archive.is/i4BMd [agosto 2017]) ma se non ricordo male
all’epoca prima della cerimonia di apertura venne tenuto un confuso *******
per i giocatori in cui si parlo’ delle straordinarie misure anticheating
previste durante i turni di gioco.

La piu’ importante di tali misure era il delay di 15’ nella trasmissione
delle mosse online su partite scelte con modalita’ random.

Il delay venne gestito male e Evgeny Surov a differenza di altri non fece sconti
e riporto’ su Chess-News.ru l’accaduto, nominando anche Yuri Garrett,
presente sul posto, in vari passaggi del suo pezzo (il passaggio base fu: "Did
Yuri Garrett, who visited Baku as the secretary of the FIDE Anti-Cheating
Committee, realise it as well? If I get it correctly, he is one of the authors
of all those anti-cheating measures including the 15-minute delay broadcast.").

Questo http://chess-news.ru/en/node/20051 l'articolo sulla vicenda, e questo
http://chess-news.ru/en/node/20014 un altro interessante articolo di tre giorni
prima, a firma dello stesso Surov e intitolato "Money Talks", sui guadagni
percepiti da alcuni dei responsabili del torneo (con in testa i 10.000 dollari
per Jorge Vega).
ilMusso 25 Ago 2017 14:00
Sul sito fide.com ieri e’ stato pubblicato un articolo di presentazione della
FIDE World Cup 2017: http://archive.is/xFaae.

Nessuna indicazione sulle misure anticheating e sostanzialmente solo cose gia’
note.

Approfitto per dire un paio di cose sul regolamento del torneo
(http://tinyurl.com/y8r4jbkm).

I premi in denaro per i giocatori e gli stipendi per i cosiddetti
“principals” sono uguali a quelli della precedente edizione della World Cup
(http://tinyurl.com/ydfafvtu).

GIOCATORI
Round 1 losers: 64 x USD 6,000 (net 4,800)
Round 2: 32 x USD 10,000 (net 8,000)
Round 3: 16 x USD 16,000 (net 12,800)
Round 4: 8 x USD 25,000 (net 20,000)
Round 5: 4 x USD 35,000 (net 28,000)
Round 6: 2 x USD 50,000 (net 40,000)
Runner-up: 1 x USD 80,000 (net 64,000)
WC winner: 1 x USD 120,000 (net 96,000)
(A payment of 20% from the above total prize fund is made to FIDE)

PRINCIPALS
Chairman of the Appeals Committee USD 10,000
Two members of the Appeals Committee USD 14,000
Chief Arbiter USD 7,000
Deputy Chief Arbiter USD 5,000
Three Deputy Arbiters USD 9,000
Four Arbiters (Rounds 1 to 2) USD 8,000
Fide Press Officer USD 5,000
Representative of FIDE Medical Commission USD 3,000
(In addition, the organisers shall pay to FIDE a minimum sum of 40,000 USD for
the WCOC [*] budget)
[* E’ la Commissione World Championships and Olympiads della FIDE]

Va precisato che quest’ultimo elenco si riferisce ai principals che - stando
all’articolo 3.21.2.1 del regolamento in questione - percepiranno compensi in
denaro ma l’elenco complessivo e’ piu’ lungo e lo si trova a partire
dall’art. 3.15.

Chi saranno i principals a Tbilisi?

Quelli che figurano nella pagina http://tbilisi2017.fide.com/principals del sito
del torneo sono i seguenti (http://archive.is/NEEft):

Zurab AZMAIPARASHVILI - Chairman
Jorge VEGA - Member
D.V. SUNDAR - Member
Nona GAPRINDASHVILI - FIDE Representative
Anastasia KARLOVICH - FIDE Press Officer
Tomasz DELEGA - Chief Arbiter
Faig GASANOV - Deputy Chief Arbiter
Ashot VARDAPETYAN - Deputy Chief Arbiter
Marika JAPARIDZE - Arbiter
Arild RIMESTAD - Arbiter
Anastasia SOROKINA - Arbiter
Margalita TANDASHVILI - Arbiter
Robert LAGERMAN - Arbiter
Alon SHULMAN - Arbiter

Come si puo’ notare abbiamo i soliti Azmaiparashvili, Vega, Gasanov, ecc.

Inoltre, non si capisce perche’ ci debbano essere due Deputy Chief Arbiter
quando il Regolamento ne prevede solo uno in entrambi i passaggi (3.16 e 3.21).
Forse per una questione di compensi? Spero che non sia cosi’ e che non si sia
arrivati a “manipolare” i dettati dei regolamenti.

Ma al di la’ di tutto cio’, la domanda e’: si tratta di gente sicuramente
competente e affidabile?

La risposta (la mia risposta) e’: in alcuni casi no.

E’ sufficiente pensare al fatto che alcuni degli elencati facevano parte dei
principals del tristemente famoso Campionato europeo femminile individuale di
Chakvi 2015 (sul quale sono di recente tornato qui su IHS per informare del
fatto che lo scorso 31 luglio la FIDE Ethics Commission aveva preso le decisioni
finali sul “caso Sandu”: http://tinyurl.com/y7dylkkt).

Ma qualche riga la vorrei dedicare specificamente ad Ashot Vardapetyan.

Vi dice niente questo nome? No? Allora cercate il mio topic “Gli arbitri
inetti” dell’11 gennaio di quest’anno.

Vardapetyan fu l’arbitro principale dei Campionati mondiali rapid e blitz 2016
disputati a fine dicembre in Qatar.

Andate a leggere e a guardare (sono linkate anche le immagini video) che cosa
combino’ quell’inetto. Roba da ritiro della patente (per dire). Mi infuriai
talmente tanto nell’assistere alla scena (con Vardapetyan con tanto di sorriso
e mana dint’ a sacca, come ebbi modo di sottolineare nel mio post) che arrivai
ad usare un termine (càzzo) che, perlomeno quando scrivo, abitualmente non uso.
Wana Naga 25 Ago 2017 17:53
22 agosto 2017 12:37 ilMusso ha scritto:

> Il delay venne gestito male e Evgeny Surov a differenza di altri non fece
sconti e riporto’ su Chess-News.ru l’accaduto, nominando anche Yuri Garrett,
presente sul posto, in vari passaggi del suo pezzo (il passaggio base fu: "Did
Yuri Garrett, who visited Baku as the secretary of the FIDE Anti-Cheating
Committee, realise it as well? If I get it correctly, he is one of the authors
of all those anti-cheating measures including the 15-minute delay broadcast.").
> http://chess-news.ru/en/node/20051

siamo certi che l'ultima parte risponda a verità? io non sono riuscito a
trovare niente su un delay chiesto da garrett and company, mi puoi aiutare?
ilMusso 25 Ago 2017 21:52
Il 25 agosto 2017 Wana Naga ha scritto:

>> Il delay venne gestito male e E.Surov a differenza di altri non fece sconti e
riporto' sul sito Chess-News.ru l’accaduto, nominando anche Yuri Garrett,
presente sul posto, in vari passaggi del suo pezzo (quello base fu: "Did Yuri
Garrett, who visited Baku as the secretary of the ACC, realise it as well? If I
get it correctly, he's one of the authors of all those anti-cheating measures
including the 15-minutes delay broadcast.").
>> http://chess-news.ru/en/node/20051

> siamo certi che l'ultima parte risponda a verita'? io non sono riuscito a
trovare niente su un delay chiesto da garrett and company, puoi aiutarmi?


Ciao Wana Naga, hai ragione. In effetti e’ assai difficile reperire in rete
materiale sul preciso punto. Per quanto ho potuto trovare, ci sono documenti
FIDE o ACC in materia ma non con passaggi sul delay... a parte uno (o almeno
uno).

Io qualcosa vagamente ricordavo. Cosi’ mi sono messo a cercare nei miei
“cassetti” e alla fine ho pescato un documento dell’Anti-Cheating
Committee datato “Abu Dhabi, 4 September 2015” (due settimane prima
dell’articolo di Surov) e firmato da Yuri Garrett e Konstantin Landa. Ho
accertato che si tratta del report presentato dall’ACC all’86° Congresso
della FIDE tenutosi ad Abu Dhabi (UAE) nella prima parte di settembre 2015
(programma Congresso:
http://www.fide.com/images/stories/NEWS_2015/86Congress/Schedule.pdf).

Questo e’ il link del documento:
http://www.fide.com/images/stories/NEWS_2015/FIDE_News/2015_EB_Agenda__Annexes/Annex_46.pdf

E questo e’ il passaggio specifico:
“Transmission delay.
ACC feels that it lacks tools and/or powers to promulgate transmission delay as
a general policy as there are too many non-chess aspects involved (sponsors,
etc.). This is a task to be *****yzed at higher levels in FIDE, so as to consult
with the many parties involved. However, based on a proposal by Yuri Garrett and
a proprietory system adopted at the recent Porto Mannu open, attention is drawn
to the possibility of deferring transmission by one (or more) move(s) rather
than by a given time (e.g. 15 minutes).”

Se ho bene interpretato il senso del riportato passaggio, l’ACC ha fatto a mio
parere un discorso del tutto sensato. Ha rappresentato che vi sono dei problemi
di vario genere connessi all’attuazione del delay (ed e’ vero) e li ha
brevemente delineati. Inoltre, ha fatto capire che l’*****isi della questione
spetta ad un livello piu’ alto della FIDE e ha fornito un suggerimento
(un’indicazione) su come provare ad attuare il delay.

Pertanto, a ben vedere, la frase scritta da Surov appare obiettivamente
pretestuosa sia perche’ butta li’ un qualcosa senza fornire indicazioni
utili, link o altro sia perche’ quando l’ACC si era occupata del delay
l’aveva fatto con criterio, e devo aggiungere che questo incrina un pochino la
sua statura pur rimanendo egli un eccellente giornalista.
Wana Naga 29 Ago 2017 16:41
25 agosto 2017 21:52 ilMusso ha scritto:

> Ciao Wana Naga, hai ragione. In effetti e’ assai difficile reperire in rete
materiale sul preciso punto. Per quanto ho potuto trovare, ci sono documenti
FIDE o ACC in materia ma non con passaggi sul delay... a parte uno (o almeno
uno).
>
> Io qualcosa vagamente ricordavo. Cosi’ mi sono messo a cercare nei miei
“cassetti” e alla fine ho pescato un documento dell’Anti-Cheating
Committee datato “Abu Dhabi, 4 September 2015” (due settimane prima
dell’articolo di Surov) e firmato da Yuri Garrett e Konstantin Landa. Ho
accertato che si tratta del report presentato dall’ACC all’86° Congresso
della FIDE tenutosi ad Abu Dhabi (UAE) nella prima parte di settembre 2015
(programma Congresso:
http://www.fide.com/images/stories/NEWS_2015/86Congress/Schedule.pdf).
>
> Questo e’ il link del documento:
>
http://www.fide.com/images/stories/NEWS_2015/FIDE_News/2015_EB_Agenda__Annexes/Annex_46.pdf
>
> E questo e’ il passaggio specifico:
> “Transmission delay.
> ACC feels that it lacks tools and/or powers to promulgate transmission delay
as a general policy as there are too many non-chess aspects involved (sponsors,
etc.). This is a task to be *****yzed at higher levels in FIDE, so as to consult
with the many parties involved. However, based on a proposal by Yuri Garrett and
a proprietory system adopted at the recent Porto Mannu open, attention is drawn
to the possibility of deferring transmission by one (or more) move(s) rather
than by a given time (e.g. 15 minutes).”
>
> Se ho bene interpretato il senso del riportato passaggio, l’ACC ha fatto a
mio parere un discorso del tutto sensato. Ha rappresentato che vi sono dei
problemi di vario genere connessi all’attuazione del delay (ed e’ vero) e li
ha brevemente delineati. Inoltre, ha fatto capire che l’*****isi della
questione spetta ad un livello piu’ alto della FIDE e ha fornito un
suggerimento (un’indicazione) su come provare ad attuare il delay.
>
> Pertanto, a ben vedere, la frase scritta da Surov appare obiettivamente
pretestuosa sia perche’ butta li’ un qualcosa senza fornire indicazioni
utili, link o altro sia perche’ quando l’ACC si era occupata del delay
l’aveva fatto con criterio, e devo aggiungere che questo incrina un pochino la
sua statura pur rimanendo egli un eccellente giornalista.

grazie!
ilMusso 20 Set 2017 09:00
Il 25 agosto 2017 alle ore 14:00 ilMusso ha scritto:

>
> […] Chi saranno i principals a Tbilisi?
>
> Quelli che figurano nella pagina http://tbilisi2017.fide.com/principals del
sito del torneo sono i seguenti (http://archive.is/NEEft):
>
> Z. AZMAIPARASHVILI - Chairman
> J. VEGA - Member
> D.V.. SUNDAR - Member
> N. GAPRINDASHVILI - FIDE Representative
> A. KARLOVICH - FIDE Press Officer
> T. DELEGA - Chief Arbiter
> F. GASANOV - Deputy Chief Arbiter
> A. VARDAPETYAN - Deputy Chief Arbiter
> M. JAPARIDZE - Arbiter
> A. RIMESTAD - Arbiter
> A. SOROKINA - Arbiter
> M. TANDASHVILI - Arbiter
> R. LAGERMAN - Arbiter
> A. SHULMAN - Arbiter
>
> Come si può notare abbiamo i soliti Azmaiparashvili, Vega, Gasanov, ecc.
>
> Inoltre, non si capisce perchè ci debbano essere due Deputy Chief Arbiter
quando il Regolamento ne prevede soltanto uno in entrambi i passaggi (3.16 e
3.21). Forse per una questione di compensi? Spero che non sia così e che non si
sia arrivati a “manipolare” il dettato dei regolamenti.
>
> Ma al di là di tutto ciò’, la domanda è’: si tratta di gente
sicuramente competente ed affidabile?
>
> La risposta (la mia risposta) è: in alcuni casi no.
>
> E’ sufficiente pensare al fatto che alcuni tra gli elencati facevano parte
dei principals del tristemente ben noto Campionato europeo individuale femminile
di Chakvi 2015 (sul quale sono recentemente tornato qui su IHS per informare del
fatto che il 31 luglio u.s. la FIDE Ethics Commission aveva preso le decisioni
finali sul “caso Sandu”: http://tinyurl.com/y7dylkkt).
>
> Però qualche riga la vorrei dedicare specificamente ad Ashot Vardapetyan.
>
> Non vi dice niente questo nome? No? Allora cercate il mio topic “Gli arbitri
inetti” (dell’11 gennaio di quest’anno).
>
> Vardapetyan fu l’arbitro principale dei Campionati mondiali rapid & blitz
2016 disputati alla fine di dicembre in Qatar.
>
> Andate a leggere e guardare (trovate linkate anche le immagini video) che cosa
combinò quell’inetto. Roba da ritiro della patente (per dire). […]


Mi e' stato sottoposto all'attenzione un documento pubblicato un paio di
mesi fa nel sito arbitriscacchi.com.

Il documento risulta firmato dal Presidente della FIDE Arbiters' Commission
e dal Presidente della FIDE Rules Commission (nota anche come FIDE Rules and
Tournament Regulations Commission), rispettivamente l'IA Takis Nikolopoulos
(Panagiotis Nikolopoulos) e l'IA Ashot Vardapetyan.

Ashot Vardapetyan? Non e' possibile, mi dico! Vado a controllare sul sito
della FIDE, ed e' proprio vero.

Ecco qui: http://archive.is/rwMOG.

Se un tale inetto si trova addirittura al vertice - e dunque a dare le linee
guida - di una commissione FIDE (di cui tra l'altro fa parte anche la nostra
Franca Dapiran) preposta ad occuparsi di norme regolamentari… lui che non le
conosce o che non sa applicarle (anche in un caso elementare)… a mio parere
c'e' qualcosa che non va.

Links
Giochi online
Dizionario sinonimi
Leggi e codici
Ricette
Testi
Webmatica
Hosting gratis
   
 

Il gioco degli scacchi | Tutti i gruppi | it.hobby.scacchi | Notizie e discussioni scacchi | Scacchi Mobile | Servizio di consultazione news.