Il gioco degli scacchi
 

I tesserati richiedono maggiore trasparenza e maggiore comunicazione da parte della FSI

ilMusso 7 Ago 2017 19:10
Venerdi’ 4 agosto u.s., alle ore 13:18, in uno dei tre passaggi del post
http://tinyurl.com/yd4menqp del topic “Flash scacchistici dal mondo” avevo
accennato alla lista FIDE “Chess Federations in Arrears” in cui compariva
(ora e’ stato tolto) il nome dell’Italia nell’elenco dei Paesi in
arretrato con i pagamenti.

Nella circostanza avevo spiegato che non essendo chiari la data e i riferimenti
di quell’elenco mi limitavo a menzionare la cosa senza inserire nel post mie
considerazioni personali, aggiungendo solo i link di tre importanti documenti
FIDE sulla materia.

Su vari profili Facebook la faccenda (che per quel che ho visto era gia’ stata
resa pubblica da qualche ora rispetto al mio post) e’ pero’ montata.

Tra l’altro ho avuto modo di accorgermi che la pagina con il suddetto elenco
da me salvata su Archive.is (http://archive.is/vAcy5) e’ tornata utile ed e’
stata utilizzata in un paio di occasioni.

Uno dei piu’ agguerriti (forse il piu’ agguerrito) sulla questione e’
Valerio Luciani ma c’e’ da dire che i suoi interventi hanno finora trovato
ampio sostegno, con decine e decine di like (ben 33 su un solo post) da parte di
numerosi scacchisti italiani.

Non e’ certo una novita’ che Luciani non abbia peli sulla ******* e che -
sempre in maniera leale e senza ricorrere ad offese o cattive parole - non le
mandi a dire ma agisca invece in maniera diretta. E non e’ una novita’ che
spesso trovi da ridire sull’operato della Federazione scacchistica nazionale
(qui possiamo aggiungere che egli parla con una certa competenza essendo stato
Consigliere FSI). Ed e’ anche noto che a suo tempo mise per iscritto qui su
IHS diverse accuse nei confronti della Federazione (posso menzionare tra i vari
il suo post http://archive.is/cJ68m, datato 31 luglio 2009, che diede il via ad
un topic che colleziono' 97 post e 34 autori).

Come dicevo, i suoi recenti interventi sulla questione oggetto di questo post
hanno ricevuto apprezzamenti e sostegno da parte di numerosi giocatori che si
sono dichiarati d’accordo con lui.

Sull'argomento sono intervenuti pure Theodoros Tsorbatzoglou e Georgios
Mastrokoukos (http://archive.is/AkXmO) della Events Commission della FIDE,
sollecitati da Matteo Zoldan (che fa parte della stessa Commissione) mediante un
post pubblico sul proprio profilo Facebook.

Su quest'ultimo post e' poi entrata anche l'AI Franca Dapiran, facente parte
della Commissione Arbitrale federale della FSI (Consigliere) nonche’
Responsabile dell’elo e Responsabile Scuola nella FSI, la quale in un suo
commento ha spiegato che il problema dell’Italia presente nella lista dei
Paesi in mora e’ gia’ rientrato e ha aggiunto che si dovrebbero vergognare
coloro che non hanno verificato come stessero le cose con una telefonata alla
Federazione.

Mah. La brava Dapiran mi perdonera’ ma questa “linea” non mi trova molto
d’accordo. Personalmente non trovo sbagliata la posizione di chi sostiene che
due righe di comunicato da parte della FSI sarebbero state cosa buona e perfino
sufficiente. Sarebbero davvero bastate due righe per spiegare l’accaduto e
tranquillizzare i propri tesserati. Dico “tranquillizzare” in quanto oltre
alla figura fatta a livello internazionale c’erano in ballo i punteggi elo
congelati e la paura di non poter partecipare ai tornei per un periodo.

D’altronde, e’ giusto sottolineare che il suddetto commento della Dapiran ha
ricevuto like quasi soltanto da parte di “uomini di partito” (in un modo o
nell’altro).

I like allo stato attuale sono otto. Ecco a chi appartengono: Davide Ciani,
Presidente Comitato Regionale Friuli Venezia Giulia FSI; Filippo Nicolo’, SnaQ
Istruttore di Base FSI; Andrea Bracci, SNaQ Istruttore di Base FSI + Consigliere
Comitato Regionale Lombardia FSI; Marta Consalvi, Commissione Verifica Strutture
FSI e Referente Struttura Impianti Sportivi FSI + Consigliere Comitato Regionale
Lombardia FSI; Flavio Borgiani; Antonio Sfera (potrei sbagliarmi ma ho idea che
si tratti del padre del Mattia Sfera SNaQ Istruttore di Base FSI); Silvia
Azzoni, ex Consigliere FSI + ex Arbitro Candidato Nazionale FSI; Fabrizio
Ranieri (ex Consigliere FSI, in piu’ mandati). A quanto sembra l'unico non
"federale" sarebbe dunque Flavio Borgiani, il quale in ogni caso ha scritto in
un commento poco sotto che una nota di spiegazioni sarebbe comunque gradita.

Io credo che un problema di comunicazione ci sia e che la FSI dovrebbe fornire
le spiegazioni ai propri iscritti quando si verificano determinati fatti. L’ho
scritto in passato e lo ribadisco, sempre nel mio piccolo, adesso. A me non e’
sfuggito che da quando otto mesi addietro e’ stato eletto il nuovo Consiglio
Federale c’e’ stato da parte di alcuni un particolare impegno (mi riferisco
ad alcuni comunicati in bacheca risalenti a qualche tempo fa e alla
pubblicazione lo scorso maggio, dopo quasi due anni e mezzo, di un nuovo numero
dell'organo ufficiale FSI "Scacchitalia") ma direi che cio non puo' essere
considerato sufficiente e che probabilmente e’ dall’alto che manca la
volonta’ (o il desiderio) di interfacciarsi meglio con i propri tesserati.

Aggiungo che moltissime Federazioni scacchistiche nazionali - forse la maggior
parte di esse - sono ancor piu’ deficitarie della nostra sotto questo aspetto
(so questo in quanto per i contenuti del mio articolo “I campionati nazionali
assoluti di scacchi del 2017 nel mondo” [http://wp.me/p7rdXT-W5], in continuo
aggiornamento, visito piuttosto a fondo i siti web ufficiali delle Federazioni)
ma che cio’ non toglie che si debba mirare al meglio, non al peggio.

Normalmente gli scacchisti italiani non creano grandi problemi alla Federazione
e tutto sommato se ne stanno allineati e coperti. Questa volta pero' un gruppo
degli stessi e’ pubblicamente sbottato. Magari il fatto che ha generato le
proteste non e' stato gravissimo in senso assoluto essendo stato in fretta
sistemato (bisognerebbe tuttavia conoscere anche i retroscena sul come ci si e'
arrivati per vedere se a monte ci siano state - e perche' - inadempienze) ma mi
sento di suggerire ai capi della FSI di fare tesoro di quanto accaduto e di
essere, quando possibile, un po' piu' trasparenti e comunicativi.
Paolo 9 Ago 2017 09:53
Dalla sua puntigliosa ricostruzione non si evince la durata del "congelamento"
dei rating italiani.
A me sembra piuttosto un metodo piuttosto sbrigativo (forse un pò troppo, ma
sicuramente efficiente) per sollecitare le federazioni a pagare le quote di
competenza.
Lord Ste 9 Ago 2017 15:02
Il giorno mercoledì 9 agosto 2017 09:53:28 UTC+2, Paolo ha scritto:
> Dalla sua puntigliosa ricostruzione non si evince la durata del "congelamento"
dei rating italiani.
> A me sembra piuttosto un metodo piuttosto sbrigativo (forse un pò troppo, ma
sicuramente efficiente) per sollecitare le federazioni a pagare le quote di
competenza.

Paolo, il congelamento è durato poche ore, al massimo un giorno.
Dalla risposta (stizzita, in effetti) della Dapiran io ipotizzo che ci sia stato
un errore da parte della FIDE, non della FSI (mancata registrazione di pagamenti
effettuati?). Quindi solita tempesta in un bicchier d'acqua, probabilmente.
Sicuramente sia le reazioni di alcuni che la risposta della Dapiran sono state
tanto sguaiate quanto inopportune (Zoldan, che ha aperto il tema, si era
giustamente limitato a segnalare la cosa, e una tempestiva tranquillizazione
della FSI - ahimè non arrivata - avrebbe tarpato le ali ai successivi
interventi fuori luogo)
lucax62 9 Ago 2017 16:27
ilMusso <chessworld@libero.it> ha scritto:

> Venerdì 4 agosto u.s., alle ore 13:18, in uno dei tre passaggi del post
http://tinyurl.com/yd4menqp del topic "Flash scacchistici dal mondo" avevo
accennato alla lista della FIDE "Chess Federations in Arrears" in cui
compariva (ora è stato tolto) il nome dell'Italia nell'elenco dei Paesi in
arretrato coi pagamenti.
Nella circostanza avevo spiegato che non essendo chiari i riferimenti e la
data di quell'elenco mi limitavo a menzionare la cosa senza inserire mie
considerazioni personali nel post, aggiungendo solo i link di tre
documenti FIDE importanti sulla materia.
>
>
>

forse un pò troppo precisino in un paio di passaggi ma questo tuo
riepilogo della situazione a me sembra molto ben fatto. alcuni dei tuoi
articoli-interventi degli ultimi mesi non mi erano piaciuti granchè ma
questo sì. posso farti i complimenti, Musso?
ilMusso 10 Ago 2017 11:26
Prendo la palla al balzo per chiedere -->

Come si puo' fare per sapere a che cosa precisamente si riferisce il punto 41,
riguardante l'Italia, dell'elenco delle decisioni assunte dal Presidential Board
della FIDE nel ******* tenutosi verso la fine dello scorso marzo?

Dal sito fide.com:
"List of Decisions of the 2017 1st quarter FIDE PB"
Monday, 27 March 2017 12:26
http://archive.is/0UGhu#selection-563.0-563.90
Wana Naga 17 Ago 2017 13:32
Il giorno mercoledì 9 agosto 2017 15:02:44 UTC+2, Lord Ste ha scritto:

> Sicuramente sia le reazioni di alcuni che la risposta della Dapiran sono state
tanto sguaiate quanto inopportune (Zoldan, che ha aperto il tema, si era
giustamente limitato a segnalare la cosa, e una tempestiva tranquillizazione
della FSI - ahimè non arrivata - avrebbe tarpato le ali ai successivi
interventi fuori luogo)

"si era limitato"?
"a segnalare la cosa"?
...guarda che se non sbaglio ha aperto (probabilmente per primo) un post
pubblico su Facebook, con pubblica richiesta di intervento di personale della
Fide!

Links
Giochi online
Dizionario sinonimi
Leggi e codici
Ricette
Testi
Webmatica
Hosting gratis
   
 

Il gioco degli scacchi | Tutti i gruppi | it.hobby.scacchi | Notizie e discussioni scacchi | Scacchi Mobile | Servizio di consultazione news.