Il gioco degli scacchi
 

Mondiale FIDE femminile - Il punto della situazione

ilMusso 4 Mar 2017 16:03
Il Mondiale KO femminile 2017 di Teheran si e’ concluso ieri con la vittoria a
sorpresa della venticinquenne cinese Zhongyi Tan, partita come nona per rating
del tabellone.

La Tan ha sconfitto in finale l’ucraina Anna Muzychuk, numero 2 del tabellone,
dopo aver superato nei quarti di finale la numero 1, la connazionale Wenjun Ju,
e in semifinale la numero 4, l’indiana Harika Dronavalli.

Il percorso di Zhongyi in torneo e’ stato abbastanza pazzesco.

Al 1° turno (trentaduesimi di finale), opposta a Sabina-Francesca Foişor
(numero 56 del tabellone, nata in Romania ma rappresentante da anni della
Federazione scacchistica statunitense, figlia di quella Cristina Adela Foişor
che doveva essere anch’ella presente a Teheran nel lotto delle 64 giocatrici
ma deceduta il 22 gennaio u.s.), passa subito con una patta col bianco seguita
da una vittoria col nero.

Al 2° turno, opposta all’ucraina ex campionessa del mondo Anna Ushenina
(numero 24 di tabellone), passa alla sudden death (l’armageddon), dopo le due
partite a tempo standard e tutte sette le partite di spareggio a vari tempi
rapid e blitz, pattando col nero.

Al 3° turno, opposta all’indiana Padmini Rout (numero 40 di tabellone), passa
dopo quattro partite di spareggio.

Nei quarti di finale, opposta alla Ju (vedasi sopra), passa subito con una patta
col bianco seguita da una vittoria col nero.

In semifinale, opposta alla Dronavalli (vedasi sopra), passa alla sudden death,
dopo le due partite a tempo standard e tutte sette le partite di spareggio a
vari tempi rapid e blitz, vincendo col nero.

In finale vince dopo aver concluso in parita’ (una vittoria per parte e due
patte) le quattro partite a tempo standard, prevalendo subito nei primi due
spareggi rapid 25’+10” con una patta col nero e una vittoria col bianco.

Archiviato il Mondiale di Teheran, facciamo un po' il punto della situazione.

I campioni del mondo degli uomini e delle donne nelle tre specialita’ sono
ora:

UOMINI
classic – Magnus Carlsen
rapid – Vassily Ivanchuk (Carlsen 3°)
blitz – Sergey Karjakin (Carlsen 2°)

DONNE
classic – Zhongyi Tan (A. Muzychuk 2^)
rapid – Anna Muzychuk
blitz – Anna Muzychuk

Non si puo’ non precisare che al Mondiale femminile appena concluso non hanno
partecipato l’ucraina Mariya Muzychuk (sorella di Anna) e soprattutto la
cinese Yifan Hou, vale a dire le due ultime campionesse del mondo.

Le due giocatrici non hanno preso parte al Campionato per motivi differenti.

Per quanto riguarda Mariya, viene in molti casi scritto che la giocatrice ha
dichiarato di rinunciare al torneo per la questione relativa all’obbligo di
indossare lo hijab.

Per esempio, per stare in Italia, nell’articolo di UnoScacchista intitolato
“Mariya Muzychuk non partecipera’ al Mondiale femminile di Teheran”,
pubblicato il 9 gennaio u.s. sul sito unoscacchista.wordpress.com, viene
interpretata in tal senso la dichiarazione al riguardo fatta dalla Muzychuk in
una lunga intervista dalla medesima rilasciata ad un sito ucraino.

Il sito e’ censor.net.ua, e si tratta di un portale internet ucraino che
pubblica notizie in tre lingue: il russo (di default), l’ucraino e
l’inglese.

L’intervista in argomento, realizzata da Yevheniy Kuzmenko, e’ stata
pubblicata l’8 gennaio di quest’anno solo nella versione russa
(http://archive.is/Wp0D4) e in quella ucraina (http://archive.is/BZZib) del
sito. Tra l’altro, il corpo dell’articolo (tolti, quindi, titoli,
sottotitoli, eccetera) e’ lo stesso ed e’ in ******* russa. In entrambi i
casi l’URL abbreviato di riferimento e’ http://censor.net.ua/r422454.

La frase della Muzychuk, in risposta ad una domanda, e’: “Что
касается чемпионата мира в Иране, то я
решила отказаться от участия, так как
абсолютно очевидно, что Иран не является
подходящей страной для такого престижного
соревнования. И это неправильно, что те
шахматистки, которые отказываются ехать в
Иран и носить хиджаб, просто ни за что
теряют право играть в чемпионате мира.”.

La traduzione e’: “Ho deciso di non partecipare al Campionato mondiale in
Iran in quanto e’ assolutamente chiaro che l'Iran non e’ un Paese adatto per
una competizione cosi’ prestigiosa. Ed e’ sbagliato che i giocatori di
scacchi che si rifiutano di andare in Iran e di indossare lo hijab debbano
perdere completamente il diritto di disputare un Mondiale.”.

Siamo d’accordo: e’ quasi la stessa cosa, soprattutto visto che Mariya ha
tirato esplicitamente in ballo lo hijab. Ma se la giocatrice ha preferito
mettere giu’ cosi’ le proprie parole, giocando forse un pochino sulle stesse
e mettendo in primo piano la non adeguatezza del Paese per ospitare un evento
cosi’ importante, e’ a mio avviso meglio lasciare pari pari la sua
dichiarazione, se non altro per l’importanza e per la delicatezza della
materia.

Probabilmente non a caso Johannes Fischer nel suo articolo “Women's World
Championship 2017: Who plays, who doesn't?” pubblicato il 12 gennaio u.s. su
en.Chessbase.com (http://tinyurl.com/jh2brml) ha riportato in virgolettato la
dichiarazione con qualche riga di accompagnamento ma senza entrare nel merito e
senza “interpretare”. L’unica pecca, per cosi’ dire, nel caso di
Chessbase, potrebbe forse essere rappresentata dal fatto che anziche’ linkare
direttamente la fonte (ossia il sito censor.net di cui sopra) e’ stato linkato
un sito che a questa rimanda, pero’ tale scelta potrebbe essere stata operata
in quanto, semplicemente, il sito linkato presenta la traduzione in inglese
della dichiarazione della Muzychuk.

Per quanto invece riguarda Yifan, il motivo della non partecipazione e’ ben
noto: la numero uno del mondo non ritiene giusto che l’assegnazione di un
titolo mondiale sia decisa attraverso un torneo con formula “knockout”.

E non ha tutti i torti, anzi diciamo tranquillamente che su questo Yifan ha
tutte le ragioni.

Al di la’ dei vari slittamenti di data degli ultimi anni e a parte la polemica
inscenata dalla Paikidze dopo la scelta da parte della FIDE di far disputare in
Iran questo Mondiale, la situazione e le regole attuali del Campionato del mondo
femminile sono piuttosto strane.

Su questo (e su altro, come per esempio il fatto che Carlsen qualche tempo fa ha
incredibilmente suggerito un Mondiale maschile proprio a formula knockout!) a
maggio dell’anno scorso avevo pubblicato un articolo sul mio ex blog su
Chess.com (http://archive.is/y9HVd).

Riassumendo la parte di quell'articolo dedicata alle “Regulations for the
Women’s World Chess Championship Cycle” della FIDE
(http://www.fide.com/FIDE/handbook/regulationsWWCC.pdf), il primo articolo delle
Regole stabilisce che il Campionato del mondo femminile verra’ organizzato
ogni anno e che attraverso un lungo percorso si perviene agli “stages”
conclusivi: un torneo knockout con 64 giocatrici e un campionato del mondo con
un match su dieci partite tra 2 giocatrici, alternati.

Sulla base di cio’ – e lasciando perdere, come detto, gli slittamenti – la
neocampionessa Tan rimarra’ in carica fino al Mondiale 2018 (precedentemente
fissato per il 2017) che sara’ disputato a Khanty-Mansiysk in *******
(http://www.fide.com/images/stories/NEWS_2016/FIDE_News/GA_Agenda_2016/2016_General_Assembly_Agenda.pdf
[shortlink: http://tinyurl.com/jppslan], pagina 8; sede confermata
dall’attuale calendario FIDE) in data non ancora stabilita.

Chi giochera’ il Mondiale 2018?

Stando all’articolo 4 del sopra citato regolamento, la cinese Ju - quale
vincitrice del ciclo Grand Prix 2015-2016 - potra’ disputera’ un match
contro la Tan con corona mondiale in palio.

La piu’ forte di tutte, intanto, si e’ messa fuori dai giochi.
ilMusso 8 Mar 2017 09:04
Il 4 marzo 2017 ilMusso ha scritto:

>
> [...] la neocampionessa Tan rimarrà in carica fino al Mondiale 2018
(precedentemente fissato per il 2017) che sarà disputato a Khanty-Mansiysk in
*******
(http://www.fide.com/images/stories/NEWS_2016/FIDE_News/GA_Agenda_2016/2016_General_Assembly_Agenda.pdf
[shortlink: http://tinyurl.com/jppslan], pagina 8; sede confermata
dall’attuale calendario FIDE) in data non ancora stabilita.
>
> Chi giocherà il Mondiale 2018?
>
> Stando all’articolo 4 del sopra citato Regolamento, la cinese Ju - quale
vincitrice del ciclo Grand Prix 2015-2016 - potrà disputare un match contro la
Tan con corona mondiale in palio.
>


Copincollo l'articolo pubblicato ieri in inglese nella Sezione Opinion del sito
http://kirsan.today/en (sito di cui e' proprietario e gestore il Presidente FIDE
Kirsan Ilyumzhinov):

Titolo: «The head of FIDE: "The match for the women's world crown can be held
in Singapore or Hong Kong" »
«A match between the ******* World Chess Champion Tan Zhongyi and her
compatriot Jiu Wenjun, who won the Grand Prix series, can be held in Singapore
or Hong Kong. It was announced by Kirsan Ilyumzhinov.
"It is still unknown where the match will be held. We shall start considering it
next week. Perhaps, it would take place as the Men’s Championship – in Asia.
Maybe in Singapore or Hong Kong," suggested the President of FIDE.
Earlier Ilyumzhinov declared that ******* Singapore, Thailand and Norway are
applying to hold a match for the title of the men’s chess world champion,
which like the women's one, is planned for 2018.»
(http://archive.is/XYSbQ)

Come dicevo nel precedente post, il Campionato Mondiale femminile ha da tempo
vita travagliata.
Per dire, il Mondiale 2018 (quello di cui si parla sopra) era fissato per il
2017, quello appena concluso (il torneo "KO" di Teheran) era fissato per il 2016
e il match tenutosi nel 2016 (in Ucraina, tra Mariya Muzychuk e la sfidante
Yifan Hou) era fissato per il 2015.
Ora, oltre alla questione della data, si ha un cambiamento - per motivi al
momento non indicati - sulla sede del prossimo Campionato (sede che avrebbe
dovuto essere Khanty-Mansiysk, come deciso nell'Assemblea Generale tenutasi lo
scorso settembre durante il Congresso FIDE di Baku).
Comunque, c'e' da dire che bene o male Ilyumzhinov le cose alla fine le porta a
compimento.
Magari va a finire che avremo il prossimo Mondiale maschile e il prossimo
Mondiale femminile in contemporanea e nella stessa localita'!

Links
Giochi online
Dizionario sinonimi
Leggi e codici
Ricette
Testi
Webmatica
Hosting gratis
   
 

Il gioco degli scacchi | Tutti i gruppi | it.hobby.scacchi | Notizie e discussioni scacchi | Scacchi Mobile | Servizio di consultazione news.