Il gioco degli scacchi
 

domanda arbitrale (lungo, ma la descrizione dell'episo***** incriminato è breve)

Marcoxxx 6 Ott 2017 23:28
Mi e' capitato di assistere alla fase finale di una partita in un torneo
"pseudo-amichevole" che stavo giocando anch'io
[diciamo che era specie di blitz sociale interno ad un
circolo (circolo che per la verita' non e' affiliato alla FSI)]


Verso la fine della partita la posizione era la seguente

Re nero in c7, Donna nera in b2

Re bianco in a7, Pedone bianco in b7


Non c'erano altri pezzi ne' pedoni sulla scacchiera.
La mossa era al bianco



L'orologio del nero segnava circa 4 secondi al termine del tempo
(non c'era incremento), quello del bianco segnava qualche minuto.

il bianco spinge il Pedone in b8 e il nero, senza aspettare che il
bianco prendesse una Donna (o un altro pezzo) e lo mettesse al posto del
Pedone, gioca Dxb8.

Al che il bianco si lamenta del fatto che il nero avrebbe dovuto
aspettare che il bianco prendesse il pezzo da sostituire al Pedone
e che azionasse l'orologio. Poiche' il torneo era pseudoamichevole
non c'era un arbitro. Allora si e' scatenata una discussione intorno
al fatto che fare la propria mossa sul tempo dell'avversario possa
essere considerata alla stregua di una mossa illegale. Hanno anche
chiesto a me cosa ne pensavo
(dato che qualche anno fa avevo anche preso la tessera
da arbitro poi pero' non rinnovata).

Io ho detto che non ero sicuro che la mossa fosse da considerarsi
illegale e che mi ricordavo solo che chi faceva una mossa
sul tempo dell'avversario doveva comunque consentire all'avversario
di premere il pulsante dell'orologio.

Pero' i regolamenti sono cambiati
nel 2014 e poi nel 2017 (più o meno dopo che io non avevo piu' la
tessera da arbitro) e non sapevo se c'erano novita' in merito a casi
come questo.

Comunque alla fine la maggioranza dei presenti ha deciso che poiche' il
regolamento dice che non si può nemmeno acconciare i propri pezzi sul
tempo dell'avversario allora a maggior ragione non si dovrebbe fare una
mossa sul tempo dell'avversario e quindi tale mossa era da
considerarsi illegale (o comunque alla stregua di una mossa illegale)
e quindi doveva far perdere la partita a chi l'aveva fatta
(tra l'altro il "soccombente" nelle partite successive in 2-3 occasioni
ha deliberatamente evitato di azionare l'orologio dopo aver mosso e se
l'avversario ha "abboccato" facendo comunuqe la sua mossa , ha reclamato
la sanzione per l'avversario).

Vorrei chiedere se qualcuno (meglio se arbitro) può dire cosa si
dovrebbe fare in un caso come questo in un torneo FIDE (magari anche
se c'e' differenza tra un torneo rapid/blitz o a tempo lungo).




Di seguito mie elucubrazioni:

personalmente cui non sapevo se nei cambiamenti regolamentari
degli ultimi anni ci fosse qualcosa a
questo proposito, anche se sapevo che i regolamenti attuali stabiliscono
che anche acconciare i pezzi deve essere fatto nel proprio tempo
e quindi immagino che anche muovere debba essere fatto nel proprio
tempo.



Io ero un po' perplesso perche' tra l'altro il nero non aveva azionato
l'orologio (visto che era gia' in moto quello del bianco) e normalmente
la mossa illegale viene sanzionata solo se completata, cioe' se chi la
commette aziona anche l'orologio. Mi sembrava più un "diusturbo" che una
mossa illegale, pero' se fossi stato l' arbitro non avrei saputo come
sanzionare questo disturbo.


Ho poi dato una veloce occhiata al regolamento e ho visto che, oltre
all'articolo

6.2.5 ( "L’acconcio dei pezzi è consentito solo al giocatore il cui
orologio è in moto." ) c'e' anche l'articolo

6.2.1
Durante la partita ciascun giocatore, dopo aver eseguito la propria
mossa sulla scacchiera, dovrà fermare il proprio orologio e avviare
l’orologio dell’avversario (vale a dire, dovrà premere il proprio
orologio). Ciò ‘completa’ la mossa. Una mossa è completata anche qualora:

6.2.1.1 La mossa termina la partita (vedi Articoli 5.1.1, 5.2.1, 5.2.2,
9.6.1 e 9.6.2), ovvero

6.2.1.2 ("Il giocatore ha eseguito la propria mossa successiva, nel caso
in cui la sua mossa precedente non fosse stata completata")

Quindi in realta' pare che la mossa del nero nel caso in questione fosse
stata completata anche se il nero non ha azionato l'orologio.


Resta da vedere se la mossa sia da considerarsi illegale


Pero' anche se la mossa non fosse illegale ho anche visto che tra le
sanzioni stabilite dall'articolo 12.9 per le varie irregolarità ci può
essere anche la perdita della partita; quindi forse ci può anche stare
la perdita della partita.


Ciao,
Marco.



---
Questa e-mail è stata controllata per individuare virus con Avast antivirus.
https://www.avast.com/antivirus
fds 7 Ott 2017 12:52
Il giorno venerdì 6 ottobre 2017 23:28:26 UTC+2, Marco***** ha scritto:

> Mi e' capitato di assistere alla fase finale di una partita in un torneo
> "pseudo-amichevole" che stavo giocando anch'io
> [diciamo che era specie di blitz sociale interno ad un
> circolo (circolo che per la verita' non e' affiliato alla FSI)]
>
> Verso la fine della partita la posizione era la seguente
>
> Re nero in c7, Donna nera in b2
>
> Re bianco in a7, Pedone bianco in b7
>
> Non c'erano altri pezzi ne' pedoni sulla scacchiera.
> La mossa era al bianco
>
> L'orologio del nero segnava circa 4 secondi al termine del tempo
> (non c'era incremento), quello del bianco segnava qualche minuto.
>
> il bianco spinge il Pedone in b8 e il nero, senza aspettare che il
> bianco prendesse una Donna (o un altro pezzo) e lo mettesse al posto del
> Pedone, gioca Dxb8.

Riassumo le regole che qui devono essere considerate.

Completare la mossa significa premere sull'orologio (o terminare la partita con
quella mossa). Al contempo il regolamento permette che l'avversario può
rispondere immediatamente, senza attendere il completamento. Se accade questo il
primo giocatore può comunque premere sull'orologio oppure eseguire la mossa
successiva. Uno di questi due gesti completa la mossa precedente. Ciò ha un
significato preciso per esempio in presenza di una contestazione per
illegalità.

Un giocatore ha il diritto di completare la propria mossa. Qui il diritto è
stato troncato non solo perché gli è stato impedito di finalizzarla premendo
sull'orologio, ma addirittura gli è stato impedito di effettuarla
compiutamente, perché trattasi di mossa di promozione.

Un giocatore commette una illegalità se non completa - di sua iniziativa - la
mossa di promozione.
Non mi pare questo il caso.

Quindi trattasi di chiara azione di disturbo da parte del giocatore che ha
impedito il completamento della mossa di promozione.
Un'azione volontaria di disturbo è da sanzionare. Il regolamento prevede una
graduazione di sanzioni, che vanno dall'ammonizione all'espulsine da torneo,
passando per penalità sul tempo.
La scelta di quale applicare dipende dal contesto, ovvero dal comportamento
generale del giocatore.
fds 9 Ott 2017 12:01
Il giorno lunedì 9 ottobre 2017 10:42:29 UTC+2, Ammammata ha scritto:
>
>> Il regolamento prevede una graduazione di sanzioni, che vanno
>> dall'ammonizione all'espulsine da torneo, passando per penalitĆ  sul
>> tempo.
>>
>
> quindi bastava una micro penalitą di 5" e di conseguenza partita persa per
> il nero

In generale, l'arbitro con le sue decisioni non deve incidere fattivamente sul
risultato di una partita.
Quando un giocatore deve essere penalizzato sul tempo e non ne ha, si preferisce
dare del tempo all'avversario.
Ripeto, come discorso generale.

Links
Giochi online
Dizionario sinonimi
Leggi e codici
Ricette
Testi
Webmatica
Hosting gratis
   
 

Il gioco degli scacchi | Tutti i gruppi | it.hobby.scacchi | Notizie e discussioni scacchi | Scacchi Mobile | Servizio di consultazione news.